Inizio ed evoluzione della presbiopia: un fenomeno fisiologico e naturale

Inizio ed evoluzione della presbiopia: un fenomeno fisiologico e naturale

Una persona a 40 anni è ancora più che giovane anzi, forse è nel momento migliore della sua vita, ma a questa età per l’occhio, comincia un periodo di cambiamenti: è la pre-presbiopia, la situazione che precede la presbiopia vera e propria, quando ci si accorgerà di fare fatica a focalizzare da vicino.

Lenti a funzione dinamica per vicino
In questa fase oggi è possibile utilizzare lenti “da vista” antifatica e antistress, che riducono lo sforzo alla distanza ravvicinata, mantengono in allenamento il tono residuo accomodativo il più a lungo possibile e ritardano il processo di perdita di elasticità del cristallino.
Riproducono una condizione ottimale da circa 33 centimetri ad oltre un metro con un ampio campo visivo e senza perdere nitidezza neppure alla distanza dello schermo del computer.

La presbiopia manifesta
Lo stato di avanzamento della presbiopia prevede diverse tappe, fino ad arrivare allo stadio in cui non è assolutamente possibile una visione nitida da vicino.
Una stabilizzazione di questo processo subentra, di norma, attorno ai 60 anni.
Fino ad allora è consigliabile aiutare gli occhi con occhiali appropriati e su misura, adeguando di volta in volta il potere delle lenti secondo necessità, per avere nuovamente un comfort visivo ottimale.

Lenti Progressive per vedere bene a tutte le distanze
Le lenti progressive dell’ultima generazione fornite dalle Aziende più qualificate del settore, permettono agli occhi di cambiare la messa a fuoco con estrema libertà, adeguandosi con naturalezza a tutte le distanze (dal lontano al vicino).

Oggi, la moderna tecnologia ottica, ci permette di poter proporre l’occhiale con lenti progressive anche protettive da sole e fotocromatiche, sulla quasi totalità di montature moda.

L’importanza della prevenzione medico oculistica
Nell’età della presbiopia potrebbero anche insorgere malattie oculari gravose e condizioni sistemiche con ripercussioni oculari importanti. Solo una diagnosi precoce permette di prevenirle. Pertanto ricordiamo di sottoporsi ad un controllo di medicina preventiva presso il Vostro Medico Oculista di fiducia.